Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per offrirti una migliore esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner o cliccando su "Approvo" acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul link a fianco. Per saperne di piu'

Approvo

Un sistema di deep learning ha scandagliato miliardi di foto su Facebook. Ora è in grado di riconoscerne il contenuto e permette la ricerca nelle immagini

L’intelligenza artificiale al servizio della ricerca interna su Facebook, che così facendo dà un bel contributo alla funzione del social network. Attraverso il motore sarà possibile trovare le foto in base al loro contenuto, digitando le parole chiave. Il social network ha analizzato miliardi di foto utilizzando tecniche di deep learning, al fine di catalogare i risultati e comprendere sempre meglio non solo i soggetti, ma anche le azioni nelle foto. Il meccanismo risulterà familiare, perché già utilizzato, con una propria versione, da Google Foto.

Si tratta di un sistema nato principalmente per consentire la fruizione della piattaforma da parte di persone con gravi problemi alla vista. È quello che ha dato vita al “Testo Automatico Alternativo”, che descrive tutto ciò che è contenuto nella foto e che Facebook è in grado di identificare. Come spiegò il team dedicato ai Social Good dell’azienda, viene spesa una particolare attenzione a non inserire descrizioni di oggetti e azioni che non siano perfettamente riconosciuti.

Parte di quell’esperienza è confluita nel nuovo strumento a disposizione di tutti gli utenti, che potranno inserire chiavi di ricerca come “pizza”, ma anche “maglietta arancione” o “cibo” per trovare le immagini corrispondenti.

L’aggiornamento è disponibile da oggi per gli utenti statunitensi, sia su app che sulla versione desktop, e si presume che venga rilasciata a breve anche negli altri paesi.

Fonte: Wired Italia

Vi lasciamo al video rilasciato dagli sviluppatori che mostra il funzionamento della nuova feature.